venerdì 6 gennaio 2012

Befana 2012

Puntuale, anche quest'anno è arrivata la Befana.

E' la seconda volta, per il Pistacchio, che ha buona memoria: “La Befana viene dopo Babbo Natale: arriva oggi?” è il ritornello assillante che ci rincogl rimbomba tra le mura domestiche dal 26 dicembre.

Ed oggi, finalmente, è arrivata, con un carico da far venire il diabete solo a guardarlo.

Appena sveglio, il Pistacchio si è fiondato al camino (ebbene sì, seppur cittadini e condòmini al 3° piano, abbiamo la fortuna di avere un camino funzionante, ancorché inutilizzato...) in adorazione delle calze appese... le ha rimirate per un po'... poi, lo stronz il fetente guarda una calza e dice: “Ma questa calza ce l'abbiamo già!!!”

...ma come fa a ricordarsi della calza di un anno fa? A parte il fatto che è passato un anno (365 lunghissimi giorni...), all'epoca era in Italia da 4 mesi e non mi risulta che in Cambogia sia così diffusa la tradizione della calza della Befana... Boh!

Sono riuscito a inciuciarlo, dicendogli che le calze vuote vanno riconsegnate alla Befana (un po' come le bottiglie della birra trent'anni fa, e ancora oggi in Croazia – con la cauzione) ma se continua così il Pistacchio mi manda affan a “stendere” entro breve... me, Babbo Natale, la Befana, la cicogna e compagnia cantando!

Per quest'anno me la sono cavata, ma il piccolo khmer è sempre in agguato: mai mollare la guardia!

E' mio figlio, ma lo adoro lo stesso... ;-)


1 commento:

  1. Ciao fratellone un bacio grande a te, pistacchio e mamma!!!

    RispondiElimina